Berlusconi, flat tax e opinioni sul M5S

Silvio Berlusconi torna sul maxi schermo. Ospite a Domenica Live, ha trattato diverse tematiche, come ad esempio quella delle tasse e la concorrenza del M5s: “La nostra religione laica è sempre stata meno tasse, meno tasse, meno tasse. Oggi siamo sotto una vera e propria oppressione fiscale. Serve una rivoluzione fiscale che si chiama Flat tax. Oggi ci sono tasse altissime ed è difficilissimo compilare il modulo 730 per la compilazione. La Flat tax è una tassa uguale per tutti, per famiglie e imprese, dovunque è stata applicata ha dato risultati straordinari. C’è un’unica aliquota che sarà pari o inferiore all’aliquota più bassa di quella che c’è oggi, il 23%. Ci sarà un modulo da una pagina e non più di sedici pagine e con la flat tax si riduce l’evasione.

Quando Barbara d’Urso gli chiede perché egli sia tornato risponde così: “Sono ancora qui a combattere perché c’è bisogno di me. Oggi si è verificato un caso che ricorda quello del 1994 da vicino. – facendo riferimento al M5S – Oggi c’è in campo formazione populista, ribellista, pauperista, quasi più pericolosa dei post comunisti del 1994. È quasi una setta che prende ordini da un vecchio comico e dal figlio di uno sconosciuto di un socio defunto, cambiano parere da mattina a sera, capaci di seguire qualsiasi idea. Porterebbero Italia verso il vero disastro e al governo i peggiori rappresentanti della magistratura militante”.

 

About linda