Elezioni Romania: i primi exit poll

Nelle elezioni parlamentari romene, ci sono novità importanti: secondo i primi dati il partito Socialdemocratico, già al potere, è in testa con il 45% delle preferenze distanziando nettamente tutti gli altri partiti, soprattutto l’avversario numero uno, il Partito Nazionale Liberale, il quale finora ha raccolto il 21% delle preferenze.

E’ una risposta forte quella dei cittadini della Romania, vogliosi di un investimento importante da parte dello Stato per opere pubbliche e contro la povertà. Questa richiesta ha prevalso sulla voglia di mettere fine ad una corruzione dilagante da parte dei partiti di sinistra.

Questi i primi segnali dagli exit poll, a cui segue la delusione di Dacian Ciolos, premer provvisorio uscente, perchè non riuscirà a formare una coalizione di centrodestra.

E’ da sperare invece, per la Romania, che la coalizione di centrosinistra resti unita e che riesca a garantire stabilità e governabilità al paese, il più popoloso dei Balcani, inoltre importante partner con l’Italia sia sull’aspetto economico attraverso stretti rapporti commerciali, sia per l’alto numero di romeni emigrati in Italia che per forza di cose lega i due paesi.

La Romania è membro dell’Unione Europea dal 2007 ed è membro Nato.

About Sam