Sylvie Lubamba racconta il suo passato oscuro!

Ospite a Pomeriggio Cinque, l’ex “valletta” di Piero Chiambretti Sylvie Lubamba ha raccontato alcuni aneddoti del suo passato molto contrastanti rispetto a ciò che è oggi: una donna che ha scoperto la fede, che crede in Dio e che ha persino incontrato Papa Francesco. Davanti a Barbara d’Urso e agli altri ospiti presenti in studio, Sylvie ha raccontato di essere stata condannata per ben 7 anni in carcere ma che poi ebbe uno sconto della pena grazie alla sua buona condotta. Ma cosa l’aveva portata all’arresto? Ecco le sue parole:

“Prendevo il numero e la data di scadenza delle carte di credito anche di gente che non conoscevo. Negli scontrini c’era tutto. Andavo in discoteca, mi invitavano ai tavoli a bere dello champagne, il titolare pagava con la carta, molto spesso lo scontrino veniva dimenticato. Io lo prendevo facendo finta di buttare la gomma da masticare e mi prendevo lo scontrino. Prenotavo alberghi, viaggi ferroviari, acquisti su internet, compagnie aeree. Si parla di sedici anni fa, adesso non si può fare più.
Il reato l’ho commesso prima di iniziare a lavorare con Chiambretti e in televisione. Una volta che ho realizzato il mio sogno, non aveva senso che compissi una sciocchezza del genere. Prima ho avuto due anni di follia. La prima volta ho offerto una vacanza a tutta la mia famiglia”.

About linda