“Tutto in un battito”: il romanzo di Giusy Buda adesso è diventato anche un film

Una storia d’amore vissuta intensamente, sentimenti, passione per la vita, unita ad un pizzico di ironia che rende unico quel rapporto particolare tra Agata e il suo Salvatore. Questa, in sintesi, la trama del film “Tutto in un battito”, tratto dall’omonimo romanzo di Giusy Buda e prodotto dalla casa di produzione CinemaSet diretta da Antonio Chiaramonte.

Il film, scritto da Chiara Alivernini e Marcella Pennisi, è stato diretto da Gabriel Cash e vede come protagonisti gli attori Marina Evangelista e Michael Segal. La pellicola è stata girata tra Roma e la Sicilia, terre tanto care alla scrittrice. “Tutto in un battito” è una storia che si ispira alla leggenda dei “mori siciliani” ma che viene brillantemente interpretata in chiave nuova e moderna dalla penna di Giusy Buda.

Una scrittrice nata però nel mondo della moda. Siciliana, a 25 anni si è trasferita nella capitale, dove ha intrapreso la carriera di modella lavorando per famosi stilisti e per importanti campagne pubblicitarie. Nel frattempo ha affinato la passione per la moda studiando in famose Accademie dove ha appreso i segreti del settore e dove è nato il suo brand: “Instileconstile”. Poi il ritorno nella sua amata Sicilia e la creazione della sua collezione chiamata “Gli amori”, un perfetto condensato della sua creatività esplosiva. Una creatività che è arrivata anche nel mondo della scrittura e adesso del cinema dove il suo romanzo “Tutto in un battito” è diventato un film, prodotto dal produttore (anche lui siciliano) Antonio Chiaramonte.

Nel ruolo della protagonista Marina Evangelista modella, attrice e aiuto regista, diplomata alla Scuola internazionale di teatro. Dopo il debutto sul palcoscenico la Evangelista è passata anche al cinema dove ha recitato in due film di Paolo Sorrentino (“Loro 1” e il seguito “Loro 2″), oltre a diverse ospitate in programmi televisivi. Al suo fianco Michael Segal, una vita sul set tra l’Italia e gli Stati Uniti dove ha iniziato a soli 17 anni a muovere i primi passi e a recitare nei primi film. Ma non solo. L’attore è anche uno stuntman e fa parte di Valhal Stunts and Horses, una compagnia acrobatica internazionale. Segal – che parla perfettamente italiano e americano – ha lavorato negli Stati Uniti, in Italia, in Kosovo, in Spagna, nei Paesi Bassi, in India, in Grecia e in Svizzera. Dopo aver girato numerosi cortometraggi e fiction tv (tra cui nel 2003 “Ferrari”), stringe un forte legame professionale con il regista Ivan Zuccon e ha un ruolo in tutti i suoi film di genere horror.

About Amedeo