Tessuti biofotoniciTesla 1618 tutto quello che li rende certificati e di alta qualità

La scelta dei tessuti biofotonici Tesla 1618 ti consente di trovare il giusto beneficio acquistando un ausilio certificato e brevettato

Come sono realizzati i tessuti biofotonici Tesla 1618

I tessuti biofotonici Tesla 1618 sono realizzati con una fibra speciale realizzato in Giappone che permette di utilizzarli senza alcun problema tutti i giorni. Questo è possibile anche perché non essendo un dispositivo medico, permettono di trarre benefici di utilizzarli per tutta la durata che si desidera.

In ogni caso, occorre tener presente che il corpo non sarà mai a diretto contatto con i metalli, un’ accortezza che riserva il tuo benessere. Naturalmente l’emissione infrarossa costante naturale permette di poterlo utilizzare al meglio, inoltre sono stati anche testati scientificamente in presidi ospedalieri.

Dunque se a preoccuparti potrebbero essere le percentuali relative alla loro efficienza in merito al trattamento di ogni specifica situazione, sappi che sono stati condotti degli studi che hanno portato alla verifica tutto questo. Ogni ausilio può essere utilizzato con regolarità elevato con facilità e oltretutto asciugato ad un tempo ancora inferiore a quello ordinario.

A cosa servono i tessuti biofotonici Tesla 1618

I campi di applicazione dei tessuti biofotonici per la 1618 spaziano dalla cosmetica allo sport, in quanto, riescono a migliorare l’ ossigenazione muscolare e possono essere impiegati anche per i dolori post esercizio. Questa situazione consente a chi pratica sport di trovare piacevole sollievo e benessere in pochi minuti.

Inoltre, chi dovesse soffrire di problemi legati alla circolazione sanguigna, attraverso l’uso di questi tessuti che naturalmente emettono raggi infrarossi quindi riscaldano la zona, otterrebbe numerosi benefici . Ad uso sportivo sono perfetti in quanto hanno proprietà antibatteriche dunque nessun problema neanche per la sudorazione.

Oltretutto, in campo cosmetico riescono a contrastare efficacemente problemi nella ritenzione idrica. Dunque una costante uso nel tempo permette di vedere presto ottimi risultati. Naturalmente per poterti rendere conto di cosa stiamo parlando l’unico metodo è quello di poterli provare. Inoltre, le normative europee ti offrono la possibilità di avere un ulteriore certificazione ed di poterlo utilizzare senza alcun tipo di problema.

Quali studi sono stati condotti sui tessuti biofotonici Tesla 1618

Sui tessuti biofotonici  Tesla 1618, prima di essere stati commercializzati, sono stati sottoposti a dei severi e rigidi controlli affinché si potesse offrire il meglio al cliente. Sono stati sottoposti ad una serie di test che hanno permesso di individuare la percentuale esatta di efficienza per quel determinato tipo di problema.

Presso l’università di Pisa sono stati condotti dei test che hanno dato un risultato positivo al 30% per il recupero post operatorio. Mentre presso il centro di Scienze motorie riabilitazione funzionale di Pisa, la percentuale è stata del 60% per la riduzione del dolore.

Concentrando poi l’attenzione su queste specifiche caratteristiche possiamo sottolineare il valore che questi tessuti hanno. La garanzia di avere per ogni singolo dettaglio tutti i riferimenti, fornisce certamente delle indicazioni precise mirate su quelli che sono stati gli studi che hanno condotto alla realizzazione di un tessuto così importante. Ecco perché puoi fidarti e sceglierli senza problemi perché la loro efficacia è stata testata ed è garantita. 

About Amedeo